skip to Main Content

Cotral, Fit-Cisl Lazio: “Iniziativa unilaterale azienda, non escludiamo sciopero”

Cotral, Fit-Cisl Lazio:  “Iniziativa Unilaterale Azienda, Non Escludiamo Sciopero”

“Ci sorprende l’azione unilaterale di Cotral che, con un ordine di servizio non concertato con i sindacati, ha esteso la verifica del titolo di viaggio anche per gli autisti che guidano su linee ad alta frequentazione. Si tratta di una decisione insostenibile per i lavoratori: chiediamo una convocazione urgente, altrimenti metteremo in campo forti azioni di protesta, non escludendo lo sciopero”.
E’ quanto dichiarano, in una nota congiunta, il Segretario Generale della Fit-Cisl di Roma e Lazio, Marino Masucci, e il Segretario Regionale Responsabile del dipartimento Mobilità Fit-Cisl di Roma e Lazio, Roberto Ricci, aggiungendo che “la concertazione non può essere a intermittenza, deve essere un percorso solido e continuativo. E’ impensabile che gli autisti Cotral, che hanno a che fare con linee frequentatissime e sono esposti anche a pericoli sotto il profilo della sicurezza, abbiano un ulteriore compito incompatibile con la guida dell’autobus, come il controllo del biglietto. Il problema andrebbe affrontato in modo lungimirante come in alcuni Paesi europei, con la vidimazione elettronica e un allarme acustico per chi passa senza pagare”.
“Grazie alla negoziazione con le parti sindacali e al responsabile sacrificio dei lavoratori – concludono -, Cotral è stata risanata e al momento ha 30 milioni di utile. Si tratta di soldi che devono tornare ai dipendenti, che hanno permesso il rilancio: apprendiamo invece con preoccupazione che il piano industriale dell’azienda prevede l’esternalizzazione del 10 per cento dei chilometri previsti dal contratto di servizio e un eventuale aumento dell’orario settimanale”.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa

Back To Top